Una storia da raccontare

Gentilissimo navigatore della rete, carissima lettrice, 

Nel 2017 ho collaborato con l'Associazione Centro Commerciale Naturale di Tavernelle (PG) per un progetto destinato ai commercianti e gli artigiani della durata di sei mesi. Dopo aver realizzato una brochure su richiesta degli operatori, ho continuato le mie ricerche e sono approdata ad un personaggio del territorio, Berardo Berardi, cantante lirico (basso). Sul cantante ho scritto un saggio di 360 pagine pubblicato nel mese di ottobre 2018 in occasione del centenario della morte.

Il libro su Berardo Berardi è così diventato la prima pietra della mia visione per Tavernelle, per un nuovo modo di fare impresa nell'artigianato artistico e nel commercio. Spiegherò come il mio concetto può essere applicato a questi importanti settori della nostra economia e perché arte e cultura prendono il comando in un progetto mirato al risveglio socio-economico del territorio. Annuncio la creazione di un modello di centro storico rivitalizzato a Tavernelle nelle conclusioni del saggio su Berardo Berardi, impegnandomi con il lettore e dando vita al libro, che diventa strumento d'azione.  

Segui gli sviluppi del progetto su facebook alla pagina www.facebook.com/forzaberardo e sul sito del saggio www.forzaberardo.it, che ti invito a leggere per la sua originalità riconosciuta da giornalisti, professionisti del settore e anche da lettori occasionali. Il libro è scritto infatti per la gioia di tutti. Porto il lettore per mano nei luoghi in cui il cantante è vissuto, ha studiato e ha lavorato con numerosi dietro le quinte. Una lettura corale nello spirito della comunità, della condivisione e della sinestesia tra le arti. Il libro può essere usato anche dai turisti per dare un senso alle visite in Umbria, accompagnati da un cantante lirico umbro di un tempo glorioso per il nostro Paese, che col canto lirico fece branding ante-litteram.  

Ho voluto recuperare il presente dominio www.tavernelle.shop perché era parte della brochure del 2017 per il CCN. Desidero così dare continuità alle mie ricerche, affinché niente vada perduto per una bellissima storia da raccontare. 

 

Roberta Niccacci

 ricercatrice indipendente